Villa romana di Orfeo

Una ricca abitazione situata all'esterno della cinta muraria di Tridentum. Il sito ha aperto le sue porte al pubblico il 21 giugno 2023.

Villa romana di Orfeo, foto Luca Chistè [ Archivio Ufficio beni archeologici PAT]

Tra i numerosi resti di Tridentum, la Trento romana, rinvenuti dagli archeologi, la Villa di Orfeo costituisce una testimonianza di notevole interesse. Si tratta di una ricca abitazione situata all’esterno della cinta muraria. Costruita nel corso del I secolo d.C. e abitata fino al III secolo d.C., si articola in due parti separate da uno spazio aperto. Di particolare pregio è un’ampia sala di rappresentanza pavimentata interamente da un prezioso mosaico policromo che rappresenta Orfeo che con la sua musica incanta le belve. La villa disponeva di numerosi vani, fra i quali un impianto termale con spogliatoio e stanza per il bagno caldo e un secondo ambiente decorato finemente a mosaico. Era inoltre completata da giardini.

La Villa di Orfeo è visitabile da martedì a domenica con orario 9-13/14-17.30.  Chiuso il lunedì (tranne i lunedì festivi), 1° gennaio, 1° novembre, 25 dicembre. 

Il biglietto d’ingresso, che comprende anche l’accesso al S.A.S.S. Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas in piazza Cesare Battisti, ha un costo di 5 euro, ridotto 4 euro, mentre è gratuito per i bambini fino ai 14 anni e per le scuole. Come il S.A.S.S. la villa è convenzionata con le card Museum Pass e Trentino Guest Card, la card proposta agli ospiti delle strutture ricettive della provincia.

Nel corso dell'anno sono previsti visite guidate, laboratori e attività volti alla conoscenza della Tridentum romana a cura dei Servizi Educativi dell’Ufficio beni archeologici.

   

Vedi il programma di tutti gli appuntamenti con l'archeologia dell'estate 2024: 

   

Durante l'anno scolastico il sito archeologico offre attività e percorsi didattici per le scuole.

Vedi i percorsi e i laboratori didattici per le scuole A scuola con l'archeologia

   

Vedi il video: La Villa romana di Orfeo

 

   

TRIDENTVM VR - REALTÀ VIRTUALE A CAPPELLA VANTINI

La visita ai siti della Trento romana è ora arricchita e completata dal progetto Tridentum VR – realtà virtuale a Cappella Vantini, realizzato per Cappella Vantini (Trento, via delle Orne) dall’Ufficio Cultura, turismo ed eventi del Comune di Trento in collaborazione con l'Ufficio beni archeologici provinciale.

Dal 12 luglio al 5 ottobre 2024, nei giorni di venerdì e sabato, dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 15 alle 17, VantiniR. Realtà virtuale è visibile presso lo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas.

Un’esperienza coinvolgente e immersiva che consente, indossando un apposito visore, di esplorare la città fondata dai Romani duemila anni fa, grazie a una minuziosa ricostruzione virtuale. In pochi secondi il visitatore può compiere un vero e proprio viaggio nel tempo, ritrovandosi in quattro siti di particolare importanza della città: lo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, Porta Veronensis, l’area archeologica di Palazzo Lodron e l’anfiteatro. L’antica Tridentum come non l’avete mai vista!

Guarda il video

 

   

Alla Villa romana di Orfeo le suggestioni della musica antica di Stefan Hagel

Mentre sono in via di conclusione gli ultimi lavori per l’allestimento del percorso di visita della Villa romana di Orfeo a Trento, il sito archeologico ha ospitato nei giorni scorsi le suggestive melodie antiche di Stefan Hagel, direttore del Gruppo di ricerca di Musica antica dell’Istituto archeologico dell’Accademia austriaca delle Scienze di Vienna, tra i massimi esperti a livello internazionale di musica dell’antichità. Tra i resti di Tridentum, al cospetto dello splendido mosaico policromo che raffigura Orfeo mentre incanta gli animali con il suono della lira, Hagel ha suonato un antico strumento a corda da lui ricostruito in base ad accurati e approfonditi studi organologici.

Scopri di più a questo link

   
  • Vedi anche 

Scopri, esplora, conosci #ilmuseoacasatua

Vi invitiamo a compiere un viaggio virtuale a ritroso nel tempo per conoscere la storia antica del Trentino, scoprendo assieme a noi, passo dopo passo, i percorso espositivi dello Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, del Museo delle Palafitte di Fiavé e del Museo Retico - Centro per l’archeologia e la storia antica della Val di Non.  

   

Rimani in contatto con noi su 

Facebook: Soprintendenza per i beni culturali Trento   

Twitter: @Beniarcheo   

Instagram: @soprintendenza_beni_culturali  


Visita la Villa romana di Orfeo con Museum Pass

 


visitabile: sì | adatto a: bambini - adulti - famiglie - studiosi - studenti universitari - scuole | accessibile a persone con disabilità

apertura

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica

dal 1 ottobre al 31 maggio ore 9-13 / 14-17.30

dal 1 giugno al 30 settembre ore 9.30-13 / 14-18

chiuso il lunedì (escluso i lunedì festivi), 1 gennaio, 1 novembre, 25 dicembre

   

Ingresso (comprensivo di ingresso allo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas): 5 euro; ridotto 4 euro; gratuito fino ai 14 anni, disabili e loro accompagnatori, gruppi e comitive di studenti accompagnati dai loro insegnanti; convenzionato con Trentino Guest Card e Museum Pass

Visite guidate: 3 euro

Laboratori: 4 euro

La tariffa di ingresso ridotta (4 euro) si applica:

  • ai giovani dai 15 fino ai 26 anni di età;
  • alle persone che abbiano compiuto i 65 anni di età;
  • ai gruppi di visitatori composti da almeno 15 persone paganti;
  • a soci o tesserati di soggetti convenzionati con il museo: vedi l'elenco  Card convenzionate SASS.pdf 88,33 kB

Tariffe agevolate per famiglie:

  • tariffa famiglia: pagamento di tariffa intera per gli adulti, ingresso gratuito per i minori fino ai 18 anni
  • possessori di Family Card - Euregio Family Pass
    • il costo di un biglietto a tariffa ridotta per il/i genitore/i assieme a uno o più figli minorenni;
    • il costo di un biglietto a tariffa ridotta per i nonni assieme a uno o più nipoti minorenni;
    • il costo di un biglietto a tariffa intera per il/i genitore/i assieme a uno o più figli minorenni e ai nonni. Il nucleo familiare deve entrare compatto

Scuole: ingresso gratuito, attività didattica 2 euro

È consentito l'accesso ai cani di piccola taglia tenuti in braccio o nel trasportino.


a cura di Ufficio beni archeologici